Cosa ho imparato oggi

Ragiono su uno degli apprendimenti del giorno sul modo , cioè, di porre le giuste domande, essendo alla ricerca del modo più efficace di pormi in rete  in merito sia all’apprendimento sia ai rapporti interpersonali.  Tralascio i motivi che mi hanno spinto a concentrarmi su questo tema ché l’elenco sarebbe corposo.

Digito su Google la domanda «come fare domande » consapevole della genericità della formulazione, ma serve per una prima esplorazione. Il titolo  «Come fare domande in modo intelligente» del primo risultato mi aggrada anche se è datato (2002), perciò incomincio a leggere il documento. Trovandolo sferzante e intelligente, ricorrendo a Google docs,  incomincio a prendere appunti,  applicando una strategia che ho imparato fra le numerose cose apprese frequentando il corso PLENK2010.  La lettura è per me di estremo interesse, ne apprezzo il rigore espositivo, gli argomenti convincenti, i ragionamenti inattaccabili. A operazione compiuta mi sento intimamente soddisfatta avendo io trovato rimedi per modificare comportamenti non appropriati, ma anche confortata dalle idee e dai principi che ispirano le scelte e la linea di condotta dell’autore.

Seguendo un link presente nel documento originale, di cui il primo era la traduzione italiana, approdo a un documento che fornisce informazioni alla comunità Internet, RFC 1855 Netiquette Guidelines, mi dico che un pò di ripasso non fa male così mi immergo nella lettura.  La guida si rivolge alla comunità degli utenti di Internet, che oggi include persone  che non hanno familiarità con la cultura dell’ambiente, offrendo un insieme minimo di comportamenti.

Pensando al tema  scelto per il project work che dovrò sviluppare  nei prossimi mesi «Il diritto d’autore nell’e-learning»,  seguendo i link della bibliografia, mi ritrovo nel sito della Internet Society (ISOC) un’organizzazione non-profit fondata per fornire leadership in Internet in merito a  standard , educazione e politica; dalla mappa del sito stabilisco un collegamento che mi  fa piacere:  Guida al Diritto Internet e successivamente ISOC Italia Libertà e diritti nella Rete del Futuro

Concludo evidenziando che quelli di oggi sono stati apprendimenti per me significativi attraverso i quali modificherò un mio comportamento che si riferisce a un’attività che fino ad ora ho trascurato un pò per un’errata convinzione un pò per superficialità: commentare gli articoli, i post, gli interventi che ho letto con interesse e con i quali sono entrata in risonanza. L’impresa sarà ardua, lo so, richiedendo una serie di operazioni  laboriose e impegnative ma grazie alle quali potrò stabilire connessioni rilevanti.

2 thoughts on “Cosa ho imparato oggi

  1. Non credo nell’educazione. Almeno non da subito. Prima dell’educazione c’è la legge, prima della legge c’è la natura umana. Le tre cose possono essere in contrasto.

    Complimenti però per il tuo post. =)

    La netiquette è una mezza burla.

    Ad ogni modo a Vongole & Melruzzi mi sono chiesto: e se Gesù fosse uno spammer? …

    Spero avrai gentilmente modo e tempo di ricambiare la visita🙂

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/06/08/jesus-spam/

    • Da alcuni anni a questa parte i mari, chiusi o aperti, ormai pullulano di pirati; non mancano ovviamente capitano, ciurma, mozzo e rum a volontà. Perché? :-\
      Del blog mi piace lo spirito scanzonato e critico con cui sono messe in discussione certezze, idee, convinzioni consolidate.🙂
      Continuerò a leggerlo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...