La madre di tutti i MOCCs … da settembre

Nel corso di una delle ultime sessione del CCK11 un partecipante chiese a Siemens cosa avesse in animo di fare in futuro. La risposta fu: «La madre di tutti i MOOCs» un corso capace di riunire insieme i pensatori di tutto il mondo realizzando in tal modo un’esperienza di apprendimento davvero globale.

Di certo costituirà una buona opportunità di ricerca per aiutarci a capire come la tecnologia abbia ripercussione sulle reti sociali e d’ informazione per l’apprendimento, continua Siemens nel post col quale annuncia il progetto.

L’idea condivisa con Downes e Dave Cormier è stata accolta e allargata a tal punto da poter disporre di un elenco nutrito di presentatori e animatori. Il progetto di calendario è già leggibile e  aperte sono le iscrizioni al corso.

Siemens si dichiara entusiasta per ovvi motivi: ci sarà da imparare da persone affascinanti e innovative e si potrà avere il polso della situazione in fatto di ricerca in prima linea nella formazione e nella tecnologia.

Sta sviluppando, lo studioso, un gruppo di ricerca intorno a questo corso per il quale è necessario un acronimo convincente.

Rispetto al corso precedente CCK11 c’è il proposito di migliorare la capacità di sostegno sociale e di formazione sotto-rete. Nel corso dell’estate avranno luogo diverse discussioni online per pianificare il corso. Se la proposta  potrà interessare allora l’invito è a riflettere su ciò che si vorrebbe ottenere dall’esperienza e ciò che può essere condiviso. C’è l’aspirazione ad un viaggio affascinante e un’esplorazione / l’indicazione di ciò che sarà l’istruzione in futuro..

Il mio nome figura nell’elenco dei partecipanti al corso.

Sono certa che avrò molto da imparare.

4 thoughts on “La madre di tutti i MOCCs … da settembre

  1. Cara Serena, grazie sempre delle preziosissime informazioni…ma come si fa a partecipare a queso mega globale elearning?
    Ciao, Angela

    P.S. Una mia curiosità: che ne pensi dell’ambiente Second Life per l’apprendimento e l’e-learning per ragazzi di scuola superiore? …Mi piacerebbe avere una tua opinione…ciao!

    • Grazie a te che mi permetti di porre rimendio a una mia disattenzione. Vedi nuovo post.
      In merito a Second Life debbo dire che non ho un’esperienza diretta anche se non manca la curiosità. Penso che rappresenti un’occasione di apprendimento online che va incontro alle esigenze dei ragazzi di oggi che vivono immersi nella rete delle nuove tecnologie, con il bisogno di essere sempre “connessi”. Secondo Calvani (Teorie dell’istruzione e del carico cognitivo 2009) «gli scenari di Second Life e degli altri ambienti tridimensionali possono attrarre suggestivamente il visitatore con gli aspetti scenografici dell’animazione, ma anche distoglierlo da eventuali obiettivi di apprendimento»
      Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...