#lak12 Primo contatto

«Tendenze e contesto: perché imparare analytics? Perché proprio adesso?» rappresenta il primo argomento di Lak12, il corso Learning Analytics and Knowledge, ospitato dalla Società per l’apprendimento Analitics Research .

È questa una rete interdisciplinare dei principali ricercatori internazionali che stanno esplorando il ruolo e l’impatto delle analisi sull’ insegnamento, sull’apprendimento, sulla formazione e sullo sviluppo.

Mossa dal desidero di comprendere un argomento verso il quale nutro dei pregiudizi  riconducibili probabilmente all’uso distorto dai dati e  alla dubbia trasparenza di cui si ha notizia, sono decisa a intraprendere un nuovo percorso di apprendimento.

Dalle risorse considerate ricavo elementi che permettono di delineare lo scenario riferimento.

Screenshort sessione in Blackboard Collaborate 24 gennaio 2012

L’esplosione della quantità di dati disponibili può essere resa manifesta presentando le diverse unità di misura della quantità di dati che nell’ordine sono: Kilobyte, Megabyte, Gigabyte,Terabyte, Petabyte, Exabyte.

L’utilizzazione di dati di grandi dimensioni può creare valore, essi sono diventati un importante settore di produzione.  Non è un caso se grandi aziende come Microsoft, IBM, Google e Amazon stanno facendo grossi investimenti in tecnologie e tecniche su come utilizzare strumenti di analisi.
Attraverso l’analisi dei dati è possibile

  • acquisire conoscenze con le quali migliorare le decisioni,  le prestazioni e risultati aziendali;
  • progredire nello sviluppo.

Rilevanti risultano le implicazioni dell’analisi dei dati su larga scala: trascendono il settore tech, hanno ricadute sul settore ambientale, coinvolgono questioni di giustizia sociale, di ricerca sanitaria e scientifica, e altro ancora.

l'iimagine rappresenta la mappa concettuale sulla formazione di data mining presentata nel corso del webinar.

Società di software, ricercatori, educatori e responsabili universitari stanno iniziando a riconoscere il valore dei dati nel migliorare non solo l’insegnamento e l’apprendimento, ma l’intero settore dell’educazione.

Mi conforta sapere che nel campo della formazione le applicazioni derivate dall’estrazione di dati  possano aiutare a delineare modelli di studente sulla base delle caratteristiche, degli stati, della motivazione, della metacognizione, dell’attitudine.

Riservo l’ultima considerazione ricordando che dovanno essere affrontate politiche relative alla privacy, alla sicurezza, alla proprietà intellettuale…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...