#change#etmooc#loptis. Ritorno

L’estate e il caldo mi debilitano. Ecco spiegato il lungo e prolungato silenzio che deliberatamente ho mantenuto, assecondando un naturale istinto di sopravvivenza. L’attività, qui non manifesta, si è spostata su Flickr a cui ho affidato scoperte, sorprese, più o meno piacevoli, esplorazioni…

Ginevra, la mia cagnetta, oramai è diventata la mia vivace compagna di passeggiate e, al contempo, veicolo di una comprensione più approfondita anche dei comportamenti uomini.

Ho rappresentato con Vue una delle letture concluse che ha suscitato particolare interesse Musica distante, autore Emanuele Trevi.

A presto, afa permettendo.

#etmooc#ltis13 Mappa: un voto un bit

voto digitale

Cyberspazio:  è pronta anche la mappa relativa alla lezione conclusiva.

Come sempre nell’elaborazione mi sono avvalsa del podcast, opportunamente scaricato, ché ora non è più disponibile, da Radio3 Scienza, e di altre risorse frutto di numerose ricerche. Conseguentemente ho esplorato e approfondito un tema sconosciuto e del quale senz’altro si sentirà parlare sempre più frequentemente. Mi sono fatta l’idea che ci vorrà molto tempo prima che in Italia possa fare breccia per una serie di motivi che per il momento tralascio.

Riepilogo i temi delle mappe condivise:

  1. Bitcoin
  2. Hacker
  3. Sorveglianza
  4. Trasparenza
  5. Voto digitale

Ho fatto qualche progresso nell’uso di Vue, il software usato per la realizzazione delle mappe, ma ancora (molto) ho da imparare. Confido, tuttavia,  nella mia tenacia 🙂

#etmooc #ltis13 Mappa: trasparenza e Open Data

tasparenza

Ecco la penultima mappa delle lezioni sul cyberspazio dedicata a  Trasparenza-Open Data.

Non avendo provveduto a suo tempo a scaricare il podcast della trasmissione, e ora non più disponibile, nell’ elaborare la mappa ho utilizzato gli appunti presi durante l’ascolto della puntata e alcune risorse reperite in rete che, in parte, rimandano agli esperti interpellati nel corso della trasmissione.

#etmooc #ltis13 Lezioni di cyberspazio attraverso mappe

Ascoltando i podcast delle lezioni sul Cyberspazio, di cui ho riferito qui, ho pensato di sintetizzarle attraverso mappe riconoscendo che la visualizzazione è un sistema efficace per mettere a fuoco i punti salienti di un argomento e trovare relazioni. Propongo una prima mappa che anticipa i temi delle singole lezioni: Cyberspazio.

#ETMOOC Cittadinanza digitale e attivismo sociale

Esamino l’ultimo argomento di #ETMOOC: Topic #5: Digital Citizenship – Identity, Footprint, & Social Activism,  focalizzandomi, in questa fase, sulla cittadinanza digitale, presentando una mappa realizzata con Visual Understanding Environment (VUE), un progetto Open Source basato presso la Tufts University e successivamente un grafico sulle petizioni online create in Italia.

Sono spinta verso questa direzione da un duplice obiettivo: a) ottenere una visione generale dell’argomento, b) esercitarmi nell’uso del software VUE.

cittadinanza

per ingrandire la mappa cliccare qui ==>  cittadinanza_digitale

Procedo consultando su twitter l’hashtag #socialactivism; trovo significativa l’infografica proposta «Giovani adulti: il futuro dell’attivismo sociale».

Breve interpretazione d’insieme. I social media hanno avuto sulla nostra società e sul mondo un impatto profondo portando le persone a pensare a come possono influenzare le questioni sociali. La condivisione non solo coinvolge la famiglia e gli amici, l’attività spinge a sostenere i problemi che stanno a cuore.

activism

 

Spinta dalla curiosità mi attivo per conoscere i problemi che spingono gli Italiani a creare petizioni online; scopro così che «Activism – Petizioni Online, è il primo e più importante spazio per ospitare la tua petizione in Italia.»

Osservo che la petizione del giorno ha come protagonista il ministro della difesa Di Paola per l’incresciosa vicenda legata ai Marò, Italia e India

petizione attivismo

Pur condividendo l’indignazione non sottoscrivo la petizione.

Realizzo invece un grafico utilizzando, allo scopo, l’elenco delle categorie e il numero di petizioni:

 

petizioni

Politica e Governo, seguiti da Giustizia, diritti e ordine pubblico sono i maggior problemi che angustiano gli Italiani.

 

Sì, anche in questo caso mi trovo d’accordo. Sono un’ italiana angustiata.